20 pensieri su “.

  1. Capo di imputazione: ti riteniamo responsabile nella serata di ieri per completa assenza mentale di Federico con patologia acuta con occhi aperti nel nulla, mio mal di trsta feroce con uso di voltaren causato da produzione illimitata di lacrime e rabbia…causa post!
    Ciò che hai espresso , le tue parole sono la più alta espressione dell’incommensurabil dignitoso dolore di una fantastica sorella che Gerry sapeva di avere. Tvtsb

  2. caldo come il sole,immenso come il mare,azzurro come il cielo”
    sai,c’e’ scritto sulla sciarpa del Napoli
    Gil l’ha portata per avvolgerla intorno a dove ti hanno adagiato quando i tuoi 21 grammi hanno laciato per sempre il tuo corpo…
    Ho letto milioni di volte quelle tre brevi righe e continuo a pensare che sono il riassunto di te!
    Anche se il freddo ti ha assalito all’improvviso durante l’estate che ami tanto, l’amore che hai dentro e che sprigioni e’ come il sole,non si spegnera’ mai .
    I tuoi occhi azzurri, due piccole gocce di cielo aperti sul mondo sempre in cerca di altri spazi, altre cose…dei”perchè”.
    Gerry,e dopo…?
    Lo hai chiesto al medico quella mattina dopo la visita…la risposta lui non te l ha data, ma è arrivata per te dopo poche ore…
    Ma qui,noi non l abbiamo capita e non accettiamo tutto questo …voglio una risposta a questo perche’…perche’ non puoi rispondermi mai piu’?
    Gerry,e dopo…hanno detto che qualcuno ci spieghera’ il perche’,ma dovranno essere molto bravi, avere tanta pazienza per farmi capire tutto quello che e’ successo…

  3. caldo come il sole,immenso come il mare,azzurro come il cielo”
    sai,c’e’ scritto sulla sciarpa del Napoli
    Gil l’ha portata per avvolgerla intorno a dove ti hanno adagiato quando i tuoi 21 grammi hanno laciato per sempre il tuo corpo…
    Ho letto milioni di volte quelle tre brevi righe e continuo a pensare che sono il riassunto di te!
    Anche se il freddo ti ha assalito all’improvviso durante l’estate che ami tanto, l’amore che hai dentro e che sprigioni e’ come il sole,non si spegnera’ mai .
    I tuoi occhi azzurri, due piccole gocce di cielo aperti sul mondo sempre in cerca di altri spazi, altre cose…dei”perchè”.
    Gerry,e dopo…?
    Lo hai chiesto al medico quella mattina dopo la visita…la risposta lui non te l ha data, ma è arrivata per te dopo poche ore…
    Ma qui,noi non l abbiamo capita e non accettiamo tutto questo …voglio una risposta a questo perche’…perche’ non puoi rispondermi mai piu’?
    Gerry,e dopo…hanno detto che qualcuno ci spieghera’ il perche’,ma dovranno essere molto bravi, avere tanta pazienza per farmi capire tutto quello che e’ successo…

  4. caldo come il sole,immenso come il mare,azzurro come il cielo”
    sai,c’e’ scritto sulla sciarpa del Napoli
    Gil l’ha portata per avvolgerla intorno a dove ti hanno adagiato quando i tuoi 21 grammi hanno laciato per sempre il tuo corpo…
    Ho letto milioni di volte quelle tre brevi righe e continuo a pensare che sono il riassunto di te!
    Anche se il freddo ti ha assalito all’improvviso durante l’estate che ami tanto, l’amore che hai dentro e che sprigioni e’ come il sole,non si spegnera’ mai .
    I tuoi occhi azzurri, due piccole gocce di cielo aperti sul mondo sempre in cerca di altri spazi, altre cose…dei”perchè”.
    Gerry,e dopo…?
    Lo hai chiesto al medico quella mattina dopo la visita…la risposta lui non te l ha data, ma è arrivata per te dopo poche ore…
    Ma qui,noi non l abbiamo capita e non accettiamo tutto questo …voglio una risposta a questo perche’…perche’ non puoi rispondermi mai piu’?
    Gerry,e dopo…hanno detto che qualcuno ci spieghera’ il perche’,ma dovranno essere molto bravi, avere tanta pazienza per farmi capire tutto quello che e’ successo…

  5. Ebbene si, l’ho detto a Gil questo pomeriggio al telefono…per me , per noi, Adele, Bebbo, Molly e me non sei mai stato cosi presente quanto adesso.
    La sera, a cena è l’unico momento della giornata che noi torniamo ad essere una famiglia,riunita dopo una giornata nella quale , a chi piu’ e a meno , i cosiddetti impegni quotidiani, hanno mantenuto distratti da una realta’ che non riusciamo ad accettare.
    E li attorno a quel tavolo tu la sera sei con noi, ….ridiamo di te, dei tuoi improponibili pantaloni, delle tue canottiere bucate (che Roberto giura che sara’ DEGNO di indossare), e tutto ci sembra ancora piu’ impossible, duro, inaccettabile , cattivo,ingiusto…
    Ma è la realta’ e non si cambia, ed io rimpiango, nonostante ci conoscessimo da vita, di non aver avuto la possibilita’ di godere di te piu’ a lungo, di non averti vissuto e apprezzato per quello che veramente eri, un ragazzo, napoletano come me, come noi con tante qualita’ e capacita’ mascherate nell’ironia di un eterno Peter Pan che proprio non riusciva (o non voleva) prendersi “seriamente sul serio”.
    …Mi manchi gia tanto Gerry, lo so con certezza perche è un sensazione che ho gia’ provato, insieme con la consapevolezza che “la vita continua”, ma senza di Voi non sara mai piu’ la stessa.
    Veglia su tutti noi

  6. Mi spiace tanto, tantissimo cara Gil e ti sono davvero
    tanto vicina. Avrò pensieri per te affinchè tu possa
    trovare la forza, la serenità e la saggezza per poter
    vivere questo doloroso e difficile periodo. Sono certa che
    ce la farai perchè dentro di te ci sono tutte le risorse
    per farcela e sono sicura che sarà soprattutto il pensiero
    di poter essere di aiuto alla figlia, alla compagna e alla
    piccola anima che sta arrivando, tutti tanto amati da tuo
    fratello, che ti daranno l’opportunità di tirarle fuori.
    Coloro che se ne vanno ci aiutano, ci rimangono accanto.
    Sono certa che tuo fratello veglierà su tutti voi e ti
    guiderà e guiderà anche loro.
    Noi non possiamo conoscere i “Disegni” stabiliti in alto,
    ma possiamo provare a fare dei piccoli miracoli con il
    nostro semplice amore e le nostre piccole azioni. Sono
    certa che se ascolterai il tuo cuore potrai fare i tuoi
    piccoli miracoli.
    Ti sono vicina e metto te e i tuoi cari nelle mani della
    Madre del Mondo e degli Angeli.
    Ti abbraccio forte forte, Elisa

Lascia un commento